Cosa fa la regina Elisabetta II il giorno di Natale

Nov 10 • Luoghi e Personaggi • 54 Views • Nessun commento su Cosa fa la regina Elisabetta II il giorno di Natale

Cosa fa la regina Elisabetta II il giorno di Natale? Una domanda che spesso ci rivolgono i turisti in visita a Londra di questo periodo.

Sulle abitudini natalizie di sua maestà, proprio nei giorni scorsi sono usciti degli articoli interessanti, ricavati dalle confidenze fatte da un cugino di Elisabetta a Kenneth Rose, uno dei biografi della casa reale britannica.

Secondo quanto raccontato dal principe Edward, duca di Kent, 37esimo in linea di successione al trono, la regina pianifica la giornata di Natale nei singoli dettagli, inclusa la disposizione dei commensali a tavola, per evitare rumori molesti che possano disturbarla mentre mangia.

Elisabetta impone ad esempio che, per il pranzo, gli adulti e i bambini mangino in stanze separate, consentendo di aprire le porte ai più piccoli della famiglia solo a pasto completato.

I tre figli di William e Kate, e quello di Harry e Meghan, potranno quindi unirsi alle celebrazioni organizzate dalla loro bisnonna solo nel pomeriggio.

La tradizione vuole che la regina arrivi nela sua residenza di campagna (Sandringham House nella conte del Norfolk) tra il 19 ed il 20 dicembre.

Il resto della famiglia si unirà a lei ed al principe Filippo il giorno della vigilia, dove tutti consumeranno un afternoon tea e apriranno i regali, come vuole l’usanza in Germania, nazione dalla quale anche la casa reale dei Windsor discende.

A proposito di regali, si dice che la regina doni ogni anno un voucher di 35 sterline a tutti i componenti della servitù.

La mattina di Natale comincia invece con un’abbondante colazione. Poi sua maestà e gli altri membri della Royal Family si recano alla vicina chiesa di St Mary Magdalene per ascoltare la messa.

Per quanto concerne invece il ricco menù natalizio, a rivelarne i contenuti è stato in passato Darren McGrady, ex chef della casa reale.

Il pranzo comprende quindi un’insalata di gamberetti o di aragosta e un tacchino arrosto con tutti i contorni tradizionali, come pastinache, carote, cavoletti di Bruxelles. Per dessert c’è un budino natalizio con burro di brandy.

Il succulento pranzo deve essere consumato entro le 15.00, ora in cui viene trasmesso in TV il suo immancabile messaggio di auguri alla nazione. La consuetudine del Royal Christmas Message fu inaugurata dal re Giorgio V, nonno della regina, nel 1932.

Segue quindi una merenda con una tazza di tè e della torta alla frutta.

La cena prevede infine un grande buffet, che varia tra le 15 e le 20 portate, servite ai reali direttamente dai cuochi di corte. Non deve mancare qualche piatto a base di cioccolata, meglio se amara e alla menta, come ama Elisabetta II.

Prima di cominciare a mangiare, viene fatto inoltre un brindisi con un bicchiere di whisky. Allo chef più anziano viene concesso il privilegio di partecipare.

Sorge infine spontanea una nostra domanda. Date le voci dei recenti malumori tra i fratelli William e Harry, come dovrà regolarsi sua maestà nel decidere dove sederli a tavola?

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »