I luoghi della Principessa Diana a Londra

Lug 1 • Luoghi e Personaggi • 555 Views • Nessun commento su I luoghi della Principessa Diana a Londra

LONDRA – Il 1 luglio 2018 la principessa Diana avrebbe celebrato il suo compleanno numero 57. Vogliamo quindi rendere omaggio alla principessa del popolo indicando una serie di luoghi connessi con Lady D a Londra.

Il riferimento a lei più forte è sicuramente il Kensington Palace, dove la principessa del Galles visse dal 1981, all’indomani del suo matrimonio, e rimase anche dopo la separazione con il principe Carlo. È qui che Diana fece crescere i suoi figli, ed è ai cancelli di questo edificio reale che ancora oggi i tanti ammiratori lasciano fiori e biglietti in sua memoria. Fino a febbraio 2019 sarà inoltre possibile ammirare, all’interno del palazzo, la mostra Her Fashion Story, dedicata appunto al guardaroba di Lady D. Il Kensington Palace, da lei affettuosamente ribattezzato KP, si trova all’interno dei Kensington Gardens. Qui vive oggi suo figlio William con la duchessa di Cambridge ed i loro tre figli. Fermate metro: High Street Kensington e Queensway.

https://www.hrp.org.uk/kensington-palace/explore/diana-her-fashion-story/

Un altro luogo imperdibile è poi la cattedrale di St Paul’s, dove il 29 luglio 1981 la principessa Diana convolò a nozze con il principe Carlo. L’evento fu seguito in mondovisione da milioni di telespettatori. La cattedrale fu preferita a Westminster in ragione della sua maggiore capienza e della possibilità di un più lungo corteo nuziale. Fermata metro: St Paul’s.

Nell’itinerario che ripercorre la storia di Lady D va quindi inserita l’abbazia di Westminster, luogo del funerale della principessa svoltosi il 6 settembre 1997. È peraltro in questa chiesa che suo figlio William, nel 2011, ha contratto matrimonio con Kate Middleton, oggi duchessa di Cambridge. Fermata metro: Westminster.

All’interno di Hyde Park si trova poi la Princess Diana Memorial Fountain, il monumento di granito in sua memoria che ospita una grande fontana circolare, disegnato dall’architetto americano Kathryn Gustafson e inaugurato nel 2004 dalla regina Elisabetta. Fermate metro Knightsbridge, South Kensington o Lancaster Gate.

Se si hanno dei bambini, vale allora la pena rientrare nei Kensington Gardens, dove trova posto anche il Princess of Wales Memorial Playground, ovvero il parco giochi a dedicato a Lady D in virtù del suo amore per i più piccoli. Inaugurato nel 2000, lo spazio ospita un grande galeone dei pirati e sorge a poca distanza dalla popolare statua di Peter Pan. Fermata metro: Queensway.

Se si è a Londra di domenica, allora merita una visita all’interno pure la Spencer House, suntuosa dimora della famiglia Spencer che fu costruita tra 1756 e il 1766 da Earl Spencer, un antenato della principessa. Trovandosi questo edificio a poca distanza da Buckingham Palace, negli altri giorni si può sempre curiosare dall’esterno passando attraverso Green Park. Fermata metro: Green Park.

E sempre a poca distanza, si trova anche la Clarence House, dove la Principessa Diana rimase dal momento del suo fidanzamento con Carlo, nel febbraio 1981, fino al giorno del loro matrimonio. Il suo ex marito vive ancora oggi in questa residenza, in compagnia tuttavia della sua seconda moglie, Camilla duchessa di Cornovaglia. Possibile solo sbirciare da dietro i cancelli. Fermata metro: Green Park.

Gli appassionati della principessa del Galles non mancano inoltre di fare una capatina al Café Diana, una sorta di ristorante da lei assai frequentato, che ospita molte sue immagini e ricordi. Il gestore del locale è ancora lo stesso che era solito servirle la colazione. Indirizzo: 5 Wellington Terrace, W2 4LW. Fermate metro: Queensway o Notting Hill.

http://www.cafediana.co.uk/

Per chi ama invece passeggiare, si può percorrere il Diana Princess of Wales Memorial Walk, cioè il sentiero marcato da 90 placche dorate, in memoria di Lady D, che si snoda tra St James’s Park, Green Park, Hyde Park e Kensington Gardens. Lungo circa 11 km, questo percorso fu inaugurato il 30 giugno 2000 alla vigilia di quello che sarebbe stato il suo compleanno numero 39. Fermata metro: St James’s Park.

Merita infine una visita la National Portrait Gallery, che ospita ritratti e decine di immagini della principessa Diana, spesso immortalata da fotografi come Mario Testino anche durante le sue numerose attività di beneficienza. Fermate metro: Leicester Square o Charing Cross.

A parte il richiamo con la famiglia Al-Fayed, che fu proprietaria di quel prestigioso megastore, nulla rimane invece della principessa Diana ai magazzini Harrods. La statua innocent victim che la ritraeva con Dodi Al-Fayed è stata infatti rimossa nei mesi scorsi su volontà dell’attuale amministrazione.

È infine da ricercarsi nei dintorni della città di Nottingham il luogo in cui la principessa Diana fu sepolta. La tomba è ubicata in un’isola al centro di un lago ornamentale, in corrispondenza della tenuta di Althorp, che la famiglia Spencer fece costruire nel 1688. Non è possibile avvicinarsi materialmente alla lapide, ma in estate viene permesso di lasciare fiori alla base di un tempio in stile dorico costruito in prossimità del lago.

http://www.londrainitaliano.it/nel-northamptonshire-la-tomba-della-principessa-diana/

Su richiesta, siamo disponibili a predisporre degli itinerari personalizzati lungo i luoghi della principessa Diana a Londra.

Per info e prenotazioni: londrainitaliano@gmail.com

Immagini John Mac Intyre, Nick Parfjonov, Maxwell Hamilton, Jordiferrer, Guillaume Piolle, Mark Fosh, Christine Matthews, Andrevruas, Mark Ahsmann, Steve Cadman, Funguyo6, Vards Uzvards, James Denham, Gegodeju, Andrew Walker, Iacihobo.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »